Nuovo sostegno economico per i gestori delle edicole

Il Decreto Ristori è Legge. Approvato il 15 dicembre scorso in Senato, questo documento prevede una serie di agevolazioni e sostegni per diverse categorie di lavoratori. Soggetti duramente colpiti dalla crisi economica. La pandemia ha, infatti, spazzato via le ultime certezze legate a quei risparmi di una vita a cui le famiglie italiane si sono aggrappate negli ultimi anni.

Il ventaglio di beneficiari delle indennità ricevuta una tantum è ampio. Tra le categorie presenti nel Decreto sono inclusi anche i rivenditori di giornali e quotidiani.

A CHI È DIRETTO IL BONUS DI 1.000 EURO?

L’articolo 6 ter nel nuovo Decreto Ristori disciplina questa nuova misura emanata dal Governo e stabilisce che per i gestori di edicole è in arrivo un nuovo sostegno economico, pari a 1.000 euro, per far fronte agli ulteriori oneri straordinari sostenuti per lo svolgimento dell’attività durante l’emergenza sanitaria connessa alla diffusione del Covid-19.

OTTENERE 1.000 EURO GRAZIE A QUESTO NUOVO BONUS, ECCO CHI POTRÀ FARE RICHIESTA

Per fare richiesta bisogna rientrare nella categoria di esercenti, titolari di punti vendita esclusivi per la rivendita di giornali e riviste. Inoltre, non bisogna essere titolari di reddito da lavoro dipendente. Il tetto di spesa massimo per garantire il contributo è pari a 7,2 milioni di euro per il 2021.

SCADENZA

Il 28 febbraio 2021 scade la possibilità di richiedere l’indennità al Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri. La richiesta dovrà essere inviata esclusivamente online tramite il portale www.impresainungiorno.gov.it.

Richiesta anche la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà in cui sarà necessario attestare il possesso dei requisiti ed indicare le informazioni necessarie per ricevere il bonus direttamente sul proprio conto corrente.

TOP