Iban e pagamenti informatici PagoPA: Il nuovo sistema di pagamento verso la pubblica amministrazione

Dal 28 febbraio 2021 il pagamento di somme dovute alle Camera di Commercio non può più essere eseguito con bonifico bancario o bollettino di versamento CCP (conto corrente postale), bensì utilizzando il sistema PagoPA, in attuazione dell’art. 5 del CAD (Codice dell’Amministrazione Digitale) e dell'art. 65, comma 2, del D.Lgs. n. 217/2017.

Il nuovo metodo, obbligatorio per tutte le Pubbliche Amministrazioni, prevede l’emissione di avvisi di pagamento ovvero di un documento emesso dalla Camera di Commercio che permette di effettuare il versamento tramite PagoPA presso i cosiddetti “PSP” (Prestatori Servizi di Pagamento). Tali avvisi possono essere successivamente pagati presso tabaccherie, ricevitorie Sisal, Lottomatica; il pagamento “online” può essere, invece, effettuato tramite l’app o i canali di home banking.

Resta valido, in alternativa, il metodo di pagamento attraverso contanti o con POS direttamente presso gli sportelli camerali.

Rimangono, altresì, invariate le modalità di pagamento relative alle pratiche del Registro Imprese, le quali prevedono la riscossione dei diritti di segreteria attraverso il sistema Telemaco.

Il pagamento del diritto annuale, infine, può essere effettuato, oltre che con PagoPA, anche con modello F24.

TOP