I DATI DEL REPORT DI ANALISI ECONOMICO TERRITORIALE DEL TURISMO IN CAMPANIA

I dati del Report di Analisi Economico – Territoriale per la Campania
Presentati al TTG di Rimini.
Il progetto di destinazione Campania Felix per la promozione e la valorizzazione dell’offerta turistica della Regione.
La filiera turistica campana conta oltre 65 mila imprese registrate (secondo trimestre del 2022,) di cui 7 su 10 nel settore della ristorazione. L’imprenditoria turistica femminile pesa per il 20 % sul totale regionale e quella giovanile raggiunge il 12%. Oltre la metà delle imprese turistiche si concentra nella sola provincia di Napoli (52,0%); il 24,0% in quella di Salerno.
Queste le principali evidenze che emergono dal 2° Report di Analisi Economico – Territoriale per la Campania realizzato da Unioncamere Campania e Isnart presso l’area espositiva della Regione Campania al TTG di Rimini, dove è stato inoltre presentato il progetto di destinazione Campania Felix anch’esso realizzato con il contributo di Isnart - Unioncamere nell’ambito del Fondo di Perequazione 2019-2020 – Sostegno al Turismo.
Le due iniziative testimoniano il valore strategico della capacità di raccolta e interpretazione espresso dal sistema camerale grazie al suo radicamento sul territorio e agli strumenti di elaborazione avanzata realizzati da Isnart.
LA FOTOGRAFIA DELL'OSSERVATORIO
Dallo studio, realizzato per creare opportunità per le imprese attraverso la lettura e l’analisi dei nuovi mercati e dei fattori di cambiamento, si evince che la filiera turistica regionale esprime oltre 65 mila imprese registrate al secondo trimestre del 2022, 7 su 10 focalizzate sulla ristorazione. L’imprenditoria turistica femminile pesa per il 20,0% sul totale regionale, quella giovanile raggiunge il 12,0%. Oltre la metà delle imprese turistiche si concentra nella sola provincia di Napoli (52,0%); segue il 24,0% in quella di Salerno.
La Campania vanta un’ampia componente turistica giovanile: il 38,0% dei vacanzieri appartiene alla Generazione Y (28-41 anni) e il 15,0% alla Z (under 27). L’interesse predominante dei turisti è per la cultura (44,0%), seguito dalla voglia di visitare amici e parenti (18,0%), di scoprire un posto nuovo (17,0%) e di degustare prodotti locali (11,0%). Tuttavia, una volta a destinazione, è la natura ad attrarre di più: il 60% dei turisti si dedica ad escursioni e gite. A seguire, l’interesse culturale, tra visite ai centri storici (44,2%) e a musei e mostre (21,1%).
IL PROGETTO DESTINAZIONE "CAMPANIA FELIX"
Campania Felix è il progetto ideato da ISNART per la promozione e la valorizzazione dell’offerta turistica della Campania, immaginata come una vera e propria destinazione dove il turista possa cogliere il massimo equilibrio tra il fare, il sapere e il godere, fattori che la Regione ha sempre saputo coniugare. Campania Felix è stata scelta dagli enti camerali della regione come oggetto di sperimentazione del nuovo modello di analisi e di intervento denominato destinAzione.
Oggi con lo sviluppo del modello destinAzione il Sistema camerale ha in dotazione strumenti adeguati ad analizzare i fenomeni turistici e per capire dove incidere per lo sviluppo delle destinazioni, anche grazie alla capacità predittiva che le piattaforme digitali di Isnart hanno per capire come si evolve la domanda dei turisti.
La sfida che Isnart ha raccolto con il progetto Campania Felix è stata quella di selezionare dei comuni minori della regione Campania al fine di studiare un modello non influenzato dai grandi poli turistici con l’obiettivo di coniugare i luoghi più noti, dotati di un’offerta turistica consolidata, con luoghi meno noti, da scoprire e valorizzare.
I risultati di questa prima sperimentazione, hanno permesso di riconoscere e valorizzare il ruolo degli stakeholder e delle imprese locali all’interno di una progettazione turistica territoriale, dando voce a esigenze, necessità e percezioni che provengono dagli operatori del territorio, e mettendole a fattor comune con il lavoro condotto dalle Camere di Commercio locali sui diversi sistemi di studio e di monitoraggio dei fenomeni turistici nel corso degli ultimi anni.
Tali risultati offrono un’analisi accurata che, attraverso un set di indicatori costruiti ad hoc – raccolti e analizzati tramite un sistema di basato su machine learning e intelligenza artificiale, e restituiscono il giudizio dei turisti, diventando così indicatore quanti-qualitativo capace di integrare i dati più tradizionali (Istat, Registro delle Imprese), rendendo la lettura e la comprensione dell’analisi molto più raffinata. Attraverso il sistema realizzato da Isnart si riesce a mettere in luce potenziali e criticità della destinazione turistica, ottenendo spunti per strategie, azioni e interventi da intraprendere per sviluppare il potenziale di destinazione turistica regionale.
Il modello sviluppato da Isnart per la costruzione delle destinazioni e applicato a Campania Felix che permette di orientare scelte e decisioni per incidere sullo sviluppo turistico del territorio su cui insiste la destinazione.
Insights non disponibili per questo post
TOP