Fenailp: In arrivo la certificazione unica 2021, ecco come scaricarla

L’INAIL comunica che la CU 2021 è disponibile mediante i servizi online, i CAF convenzionati o chiamando il contact center INAIL al numero 06 6001. In arrivo la CU 2021, ecco come scaricarla e chi potrà acquisirla. La FENAILP informa che dal 16 marzo 2021 è disponibile la CU 2021.

La CU è disponibile per ex dipendenti INAIL e i loro superstiti, i titolari di pensione a carico dei fondi interni di previdenza INAIL. Tutti costoro, potranno ottenere la CU 2021 dal portale del pensionato. Nonché per i lavoratori infortunati o affetti da malattia professionale.

La Certificazione Unica è un documento fondamentale ai fini della presentazione della dichiarazione dei redditi, sia per i pensionati che per i lavoratori dipendenti. A partire dal 2013, gli Enti previdenziali sono tenuti a rendere disponibile in telematicamente la certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente, pensione o simili. L’INAIL, peraltro sul suo portale, mette a disposizione degli utenti i manuali con tutte le istruzioni utili per ottenere la Certificazione Unica.

IN ARRIVO LA CU 2021, ECCO COME SCARICARLA E CHI POTRÀ ACQUISIRLA

Gli ex dipendenti INAIL e i loro superstiti, i titolari di pensione a carico dei fondi interni di previdenza INAIL, possono acquisire la Certificazione Unica, nel seguente modo:

  • §dal portale del pensionato, raggiungibile dalla sezione Servizi online del sito istituzionale INAIL;
  • §via posta, in uno al cedolino del mese di riferimento, per coloro che abbiano gatto richiesta di spedizione cartacea del cedolino, versando un contributo annuo di spedizione, di euro 13.

I lavoratori infortunati o affetti da malattia professionale, possono acquisire la Certificazione Unica, nel seguente modo:

  • §dal portale INAIL, mediante la sezione Servizi online;
  • §mediante i CAF convenzionati;
  • §mediante il contact center INAIL.

Nell’ipotesi in cui non sia possibile ottenerla mediante queste modalità, si potrà acquisire cartacea presso una sede territoriale dell’INAIL.

TOP